2009

Area ex consorzio agrario – Bologna

L’area oggetto d’intervento è situata all’interno di un tessuto urbano a destinazione prevalentemente produttiva, collocata al margine della città e servita dalla uscita della tangenziale. Il lotto, di circa 44 mila mq, stretto e lungo pone il suo lato minore su via Mattei e si sviluppa verso l’interno del connettivo urbano. La riqualificazione razionale del lotto verte sulla trasformazione da area produttiva, ormai dismessa, a funzione di carattere commerciale e direzionale.
L’idea progettuale nasce in contrapposizione e complementarietà all’ambiente circostante caratterizzato da un basso profilo architettonico connotato da carenza e univocità di servizi.
il progetto si pone l’obbiettivo di riqualificare l’area apportando servizi e funzioni pregiate creando una “cerniera” sia a livello architettonico sia funzionale.
Si e’ scelto di “implodere” lo schema compositivo in quanto una ricucitura con l’ambiente circostante sarebbe stata eccessivamente impattante, quindi la centralità del progetto trova origine sul disegno di una piazza agglomerante e funzionale che aprendosi verso i confini del lotto trova la matrice progettuale. Un forte punto di rottura con l’intorno nasce dalla volontà di rinaturalizzare il contesto.
Il Centro commerciale è concepito come una prosecuzione del terreno che si slancia verso l’alto in una rampa con copertura a verde. L’entrata da via Mattei si evidenzia grazie ad un volume che nasce dalla rampa stessa con inclinazione contrapposta.
L’area direzionale è scandita attraverso strutture prismatiche con la peculiarità di essere in parte rivestite da pareti verticali erbose.

20

80

90

110

120

130

140

150

160

170

700

3000

4000

5000

6000

10000

100000